Skip to content

DOWNEASTRIDERS.US

Down East Riders

BREWPLUS SCARICA


    Download B+ downeastriders.us In questo forum si può discutere solo sullo sviluppo del progetto di "BrewPlus". Contribute to brewplus/BrewPlus-IFDB development by creating an account on GitHub. Con il supporto della comunità de Il Forum Della Birra, BrewPlus è la potete torvare sul repository di GitHub e scaricare la versione Nel blog nativo di Brewplus, non riesco ad eseguire nessun download, compaiono pagine bianche. Diversamente però, lanciando il downeastriders.us Aggiornamento dell'app Android con inserimento automatico di un suono predefinito in sostituzione alla sintesi vocale in caso di errori di.

    Nome: brewplus
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: iOS. Android. Windows XP/7/10. MacOS.
    Licenza:Gratuito (* Per uso personale)
    Dimensione del file:22.61 Megabytes

    BrewOnline 2. Il metodo comune è quello di scaricare un software gratuito o per i più esigenti comprarne qualcuno a pagamento ed iniziare a lavorare su quel computer che abbiamo destinato come vittima sacrificale dei nostri esperimenti. Altra differenza molto importante è il continuo aggiornamento totalmente invisibile ai nostri occhi. Ma andiamo alla scoperta di questo programma e delle sue caratteristiche principali. Una volta scelto lo stile di riferimento ed una volta selezionata la tecnica di produzione prescelta possiamo passare alla scelta delle materie prime.

    Inoltre è possibile, con la nuova versione, inserire le soste e le temperature del Mash per avere tutto sotto controllo. Altri punti di forza sono la possibilità di condividere o accedere alle ricette condivise, dove tantissimi utenti mettono a disposizione le loro creazioni con la possibilità di condividerle su Facebook oppure su Google Calendar che penserà a ricordarci tutto passo passo ad ogni scadenza.

    Ma le sorprese non finiscono qui. Una volta terminata la nostra cotta, non dobbiamo fare altro che aspettare la maturazione per dissetarci finalmente con le nostre birre che diciamoci la verità, hanno sempre un altro sapore!!!

    Poi ogni birra ha preferibilmente luppoli della propria nazione, pensiamo alle IPA americane, le Ales inglesi, ma come ripeto a nessuno viene vietato di provare luppoli non indicati nella tabella degli stili.

    Generalmente i luppoli da aroma vengono aggiunti negli ultimi 30 minuti di bollitura, ma per conferire sapore maggiore e caratterizzare il più possibile il gusto le aggiunte vengono fatte negli ultimi 15, 10, 5 e 0 minuti.

    Zero minuti significa una volta spento il fuoco di bollitura, aggiungere il luppolo che starà in infusione fino al raffreddamento. Immersione — A fine della bollitura, a fuoco spento, si inserisce il luppolo.

    Il Forum Della Birra • Leggi argomento - BrewPlus NEW RELEASE!!!

    Ma come trovare quello giusto? Ho appena detto che ogni stile ha delle specifiche facilmente reperibili nel web. Il mio consiglio per chi è alle prime cotte è senza dubbio quello di seguirle per avere un risultato ottimale fin da subito.

    Il dry Hopping viene effettuato mettendo il luppolo a freddo direttamente nel fermentatore, ma nella fase secondaria, cioè dopo la prima settimana ed aver travasato. Il luppolo sarebbe molto sballottato qua e la e potrebbe ad esempio intasare il gorgogliatore o per chi lo usa io il blow off un tubo di sfogo al posto del gorgogliatore classico.

    Guida pratica per gli appassionati di homebrewing

    Se si volesse recuperare il lievito sul fondo, questo sarà pieno di luppolo e non perfetto per il nostro scopo. Microbiologicamente si considera sicuro un inserimento a partire dal terzo giorno di fermentazione, ma consiglio lo stesso di fare il Dry Hopping soltanto appena travasato il mosto dopo circa una settimana.

    I sapori prodotti dal Dry Hopping sono significativamente diversi da quelli ottenuti dalle aggiunte, anche tardive.

    Sembra che le aggiunte tardive donino toni più floreali e fragranti rispetto al questa tecnica che invece rende la birra più resinosa e speziata.

    Queste considerazioni sono logicamente frutto di ricerche e non sono io a stabilirlo.

    Per me il Dry Hopping è diventata una pratica comune soprattutto quando brasso delle IPA e delle Lager che ora trovo molto più gustose a differenza di quando non lo praticavo… La quantità da usare si aggira sui 15o grammi per 50 litri ma come sempre ognuno varia a seconda dei propri gusti.

    Sconsigliato uso da aroma. Un ultimo fattore da considerare è che la fermentazione soprattutto nei primi giorni di tumultuosa è una reazione chimica che scalda parecchio, quindi se si prende la temperatura in ambiente e non nel mosto, si rischia di ottenere risultati del tutto diversi da quanto atteso.

    Il Birrafondaio

    Ho registrato a volte sbalzi anche di 4 gradi tra dentro e fuori il fermentatore. Io metto il portasonda al posto del rubinetto che trovo un ricettacolo per le infezioni e non utilizzo da anni e per i travasi e imbottigliamento uso il sifone.

    Il mio consiglio è di iniziare producendo birre il più possibile aderenti ad uno stile di riferimento gli esperimenti fuori stile lasciateveli per il futuro.

    Sono entrambi siti in inglese, ma sono completissimi e sono le principali fonti da cui prendo informazioni per le mie guide agli stili.

    A questo punto inseriamo il lievito scelto in ricetta ed andiamo a determinare anche in dettaglio le temperature e i tempi di mash, boil e di fermentazione sempre tenendo presente i punti precedenti.

    Se invece siete già navigati è possibile provare a crearsi un proprio profilo di acqua adatto allo stile. Esempio Vogliamo brassare una Blanche. Li inseriamo in ricetta sul programma.

    Ora procediamo alla scelta del lievito. Passiamo poi a scegliere gli step di mash.

    La fermentazione avverrà a 20 gradi fissi, aumentando di 2 gradi verso la fine, per arrivare ad una FG stabile. Questo ci permetterà di scegliere la OG che vorremo dare alla nostra birra. Ad ogni aggiunta il programma ci chiederà alcuni parametri modificabili anche dopo. Nel caso del Dry-Hop chiederà quanti giorni il luppolo resterà in fermentatore; nel caso di bollitura chiederà quanti minuti deve bollire.

    Una volta aggiunti tutti i luppoli vedremo che il contatore IBU della barra colorata al di sotto degli ingredienti sarà salito.

    Dobbiamo farlo rientrare in range aggiungendo luppolo da amaro e poi scegliere bene quanto luppolo da aroma mettere. Questo lo lascio fare a voi a seconda della ricetta che si sta studiando.

    Per variare i dettagli delle gittate di luppolo è sifficiente fare un doppio-click sul nome del luppolo. A questo punto io vado ad inserire il lievito. Una volta trovato bisogna scegliere la quantità di lievito che si andrà ad aggiungere, le cellule per busta e la data di produzione di tale lievito. In caso di lievito secco io mi limito a scegliere quante buste pkg vado ad immettere; in caso di liquido invece compilo tutti i campi.

    La data di produzione dei lieviti liquidi Package Date è solitamente pari a 6 mesi prima rispetto alla data di scadenza che è possibile leggere sulla busta che abbiamo acquistato o, analogamente ai luppoli, alla data di scadenza presente sul sito dove andremo ad acquistarli, sempre se disponibile e aggiornata.