Skip to content

DOWNEASTRIDERS.US

Down East Riders

ENEMY TERRITORY SCARICARE


    Contents
  1. Installazione di Wolfenstein Enemy Territory su Linux Ubuntu
  2. 100 Giochi per Linux
  3. Giochi gratis da scaricare per PC
  4. Wolfenstein Enemy territory

Wolfenstein: Enemy Territory, download gratis. Wolfenstein: Enemy Territory : Wolfenstein diventa un gioco tattico. 8/10 (12 valutazioni) - Download Wolfenstein Enemy Territory gratis. Wolfenstein Enemy Territory è un FPS di guerra multiplayer che si sviluppa durante la. Download Wolfenstein Enemy Territory c. Revive the bloodiest battles of World War II. If you have never played Wolfenstein Enemy Territory, you have not . Riuscite a immaginare l'adrenalina di un combattimento davvero realistico durante la II Guerra Mondiale? Allora Wolfestein: Enemy Territory Patch è il gioco che. Scarica Return to Castle Wolfenstein: Enemy Territory Versione: Sistema: WinXp - Vista - 7 Wolfenstein Enemy Territory è uno sparatutto (FPS).

Nome: enemy territory re
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
Licenza:Gratuito (* Per uso personale)
Dimensione del file:54.63 MB

ENEMY TERRITORY SCARICARE

Wolfestein Enemy Territory - abbreviato in ET - è un videogioco multiplayer ambientato nella seconda guerra mondiale. Nonostante sia stato lanciato nel lontano , il gioco resta ancora molto apprezzato e ogni giorno milioni di giocatori si sfidano su nuove mappe. Per i sistemi a 64 bit bisogna aggiungere nei repository l' architettura a 32 bit:. Una volta lanciato l'installatore seguite le istruzioni passo-passo. Enemy Territory era stato programmato per funzionare con Open Sound System OSS , che poi fu sostituito da Advanced Linux Sound Architecture ALSA , per cui sarà necessario servirsi di uno script e di alcune librerie per garantire la retrocompatibilità e quindi la possibilità di udire il suono discussione.

Lo script, a causa delle sue dimensioni, è stato inizialmente compresso nel formato zip e poi codificato nel formato base64 per consentire il caricamento sul forum. Bisogna copiare la seguente stringa per poi decodificarla anche da un decodificatore online.

Il risultato finale sarà un file chiamato script.

Il numero dello slot corrisponde al tasto numerico da usare per richiamare quell'arma:. È indispensabile per agire quando si è sott'acqua, perché le armi da fuoco ovviamente sono inattive per esempio nelle mappe Oasis e Venice. Il Covert Op di livello 4 è in grado di uccidere il nemico con una sola coltellata, agendo da dietro, in pratica questa provoca HP di danno. In generale il Cover Op provoca il doppio del danno col pugnale, rispetto alle altre classi.

In molte mod il pugnale fa più danno quando viene usato da accovacciato crouching , il che concettualmente rappresenta l'equivalente del colpo letale alla testa headshot che manca a quest'arma. La Luger e la Colt sono praticamente identiche, salvo la forma esteriore e il rumore dei colpi.

Nella maggior parte dei server la Luger tende ad avere più rinculo quando si spara a ripetizione. Le pistole provocano circa 18 punti di danno per colpo, 50 punti in caso di colpo alla testa headshot. L'arma a due mani cambia a seconda della classe. Quando un giocatore muore. Le seguenti mitragliatrici submachine guns, SMG sono disponibili per tutte le classi, eccetto i Covert Ops:.

L'MP40 e il Thompson sono equivalenti, salvo che per l'aspetto e il rumore dei colpi. Nel gioco Return to Castle Wolfenstein erano invece differenti. Provocano entrambe 18 punti di danno da vicino. Lo Sten è dotato di silenziatore e di fuoco rapido da 16 colpi, dopo di che si surriscalda per un po'.

Tutte le SMG provoca invece 50 punti di danno per il colpo alla testa, mentre l'elmetto assorbe solo 10 punti di danno. Queste armi possono essere usate solo dalla classe Soldier, inoltre su molti server sono presenti limitazioni sul numero di armi pesanti che possono essere usate in gioco contemporaneamente da ciascun team.

Sono disponibili solo alla classe Covert Ops, e sono due. Il primo è un fucile di precisione silenziato, il fucile in dotazione al soldato semplice, il Garand per gli Alleati e il Mauser Karabiner 98k per l'asse.

Il secondo è un FG 42 , fucile mitragliatore non silenziato. Le differenze tra le due armi sono:.

La prima arma è quindi utile per ripulire aree ristrette da lontano, la seconda è principalmente un'arma da assalto. Sono disponibili solo alla classe Engineers, e sono il fucile di "base" dotato di quattro granate sparate velocemente dalla canna. Per caricarle occorre premere il tasto fuoco alternativo, e poi si possono sparare. Per gli stessi motivi dei covert ops, il fucile tedesco è migliore in caso di combattimento a corto raggio, ma le granate alleate sono decisamente più potenti.

In ogni caso è bene ricordare che le granate hanno un ottimo raggio e sono molto veloci, ma non sono dotate di razzi, quindi traiettoria curva di lancio ed è bene ricordarlo quando si assalteranno postazioni con mitragliatrici fisse. Eccetto la mappa Rail Gun , in tutte le altre il team Alleati attacca e il team Asse difende. Siwa Oasis è una mappa ambientata nel Nord Africa, nella quale gli Alleati in attacco devono riuscire a distruggere, con la dinamite, due cannoni anti tank posti a difesa dell'installazione nemica, per permettere l'entrata dei tank alleati.

All'inizio l'Asse controlla la Città Vecchia Old City e da essa partono i rinforzi spawn point , mentre gli Alleati partono da un'area diroccata all'esterno delle mura della città. Il primo obiettivo degli Alleati è conquistare la Old City, andando a prendere la postazione di spawning nemica, per issare la propria bandiera. Per raggiungere questo obiettivo è intanto importante costruire il Command Post alleato entro le mura della Old City, quindi riuscire a far filtrare i propri compagni verso le linee nemiche e sino allo spawn point dell'Asse, quindi far saltare le mura interne della città.

La conquista dello spawn point dell'Asse ovviamente rende molto facile distruggere le mura, in quanto da quel momento i soldati dell'Asse partiranno da molto più lontano, respinti verso la zona in cui risiedono i cannoni anti tank da difendere.

Raggiunto il primo obiettivo intermedio, la conquista dello spawn point nella Old City, gli Alleati possono tentare la vittoria attaccando la zona di installazione delle due postazioni anti tank.

Qui trovano una strenua resistenza, per cui sono necessarie tattiche di aggiramento del nemico e di infiltrazione di personale all'interno dell'installazione nemica, sino a permettere agli Engineer di cogliere il momento giusto per piantare la dinamite presso ciascuna delle due postazioni anti tank.

Installazione di Wolfenstein Enemy Territory su Linux Ubuntu

La vittoria degli Alleati richiede la distruzione di entrambe le postazioni nel tempo a disposizione. È chiaro che la distruzione della prima di esse consentirà all'Asse di concentrare la difesa sulla postazione rimasta intatta, rendendo ancora più alta la difficoltà degli attaccanti. Sono in effetti possibili, ad un team di attacco sufficientemente esperto, tattiche da commando che permettono di raggiungere l'obiettivo principale anche a fronte di una forte resistenza nemica.

Anzitutto gli Alleati debbono, dall'inizio della mappa, attivare tramite un Engineer le pompe di prosciugamento del canale sommerso che parte dalla prima zona di spawn.

Questo canale si prosciuga in pochi minuti e consente un percorso sotterraneo che giunge sino all'interno della Old City, in adiacenza al cortile centrale della città, presso lo spawn point dell'Asse e presso le mura da minare.

Una volta conquistata la Old City, gli Alleati attiveranno le pompe, presenti nel cortile della città, atte al prosciugamento dell'acqua di un altro canale sotterraneo, molto più ampio del precedente, che sfocia direttamente su un fianco dell'installazione nemica dove sono presenti i cannoni anti tank. In questa situazione, comunque, gli alleati avranno aperte due vie principali di penetrazione verso le linee nemiche e costringeranno l'Asse a difendere due fronti d'attacco, quello che proviene dalle mura ormai distrutte della Old City e conduce sul lato Nord della mappa, e quello che proviene dal canale sotterraneo e conduce sul lato Sud.

È anche teoricamente possibile per gli Alleati vincere la mappa senza minare le mura della Old City, in quanto il cortile della città presenta, a fianco delle mura stesse, una porta apribile solo dall'Asse o da un Covert Ops Alleato che abbia preso un'uniforme nemica e quindi le relative chiavi , attraverso il quale far filtrare un Engineer che potrà minare i cannoni antitank posizionati all'estremo opposto della mappa.

Gli Alleati sbarcano sotto il fuoco nemico su una spiaggia fortificata, prospiciente un bunker dell'Asse dove è installato un enorme cannone anti-nave, la cui distruzione rappresenta l'obiettivo primario da raggiungere.

100 Giochi per Linux

Per gli Alleati sono possibili due vie di penetrazione sino all'obiettivo: la prima è quella che passa attraverso la conquista del Bunker di fronte alla spiaggia il Forward Bunker , iniziale spawn point dell'Asse e successivo ingresso nella fortificazione, sino alla zona di installazione del cannone nemico Gun Control dove porre la dinamite; la seconda è quella dell'accesso dal retro Back Door , attraverso un percorso laterale ed esterno sino al retro dell'installazione.

L'attacco è di solito molto duro ed è condotto da entrambi i fronti. Per la conquista del forward bunker occorre che un Engineer costruisca la rampa d'assalto assault ramp proprio sotto il naso del nemico, quindi che gli attaccanti attraverso la rampa giungano a conquistare il bunker.

Dal momento della conquista, il forward bunker diventa spawn point alleato, mentre l'Asse inizia dall'interno della fortificazione. Qui si crea in genere un ulteriore e notevole collo di bottiglia per gli alleati, perché lo spawn point dell'Asse è in una posizione tale per cui è possibile bloccare il passaggio agli attaccanti diretti alla zona di installazione dell'obiettivo.

Per l'accesso dalla back door , viceversa, gli Alleati possono anzitutto conquistare il Command Post presente da quel lato della mappa, ma per accedere all'interno della fortificazione dell'Asse è indispensabile la presenza di un Covert Ops che possa conquistare un'uniforme nemica ed aprire la back door stessa, esclusivamente azionabile dall'Asse.

La possibilità di aprire la back door consentirà agli attaccanti di distruggere il Generatore Generator posto proprio nei pressi della back door , con un Engineer o con la sacca esplosiva del Covert Ops. Per tutto il tempo in cui il generatore rimane disattivato, rimarrà aperto il portone elettromeccanico sul retro, consentendo un relativamente agevole ingresso delle forze alleate nel complesso nemico. La chiave di successo per gli Alleati è dunque quella di riuscire ad infiltrare un Engineer all'interno della fortificazione nemica.

Al contrario, per l'Asse, è necessario presidiare la back door e tenere attivo il generatore.

Giochi gratis da scaricare per PC

In genere l'Asse prevarrà con giocatori esperti che eviteranno di aprire la back door ed eviteranno di scendere sulla spiaggia davanti per contrattaccare, finendo col consegnare in mano di un Covert Ops nemico l'uniforme che potrà servire ad aprire la back door.

Nemmeno la perdita del forward bunker risulterà in genere determinante per l'eventuale sconfitta dell'Asse, se questi sapranno bloccare gli attaccanti all'ingresso della fortificazione. L'attacco frontale è agevolmente bloccato dai Field Ops con ripetuti attacchi aerei o di artiglieria e dai mortai dell'Asse che martellano la spiaggia. Gold Rush è una mappa ambientata in North Africa nella quale l'obiettivo degli attaccanti, gli Alleati, è quello di sottrarre al nemico due casse contenenti dell'oro, custodite in una banca.

All'inizio gli Alleati hanno il compito di riparare e quindi catturare un tank nemico, posto nel cortile protetto da alte mura e prospiciente la zona di spawn dell'Asse.

Il tank deve essere quindi scortato lungo un percorso, tortuoso e caratterizzato da due barriere costruibili dall'Asse, che lo condurrà sino al cortile di fronte alla banca, dove un colpo di cannone del tank aprirà le porte della banca stessa consentendo agli attaccanti di penetrare e sottrarre le due casse d'oro. Queste casse devono essere quindi caricate su un camion, parcheggiato nello stesso cortile, che deve essere anzitutto riparato da un Engineer e quindi scortato, superando le ultime due barriere costruibili dall'Asse, sino alla zona esterna della mappa controllata sin dall'inizio dalle forze alleate.

L'Asse deve anzitutto impedire agli Alleati di riparare il tank e di farlo muovere, disseminando di campi minati la zona adiacente al tank e l'ingresso al cortile dov'è situato il tank stesso, contrattaccando gli alleati verso la zona di accesso al cortile anche mediante attacchi aerei richiamati dai Field Ops.

Inoltre, l'Asse avrà cura di rallentare o bloccare il tank, danneggiandolo e costruendo le due barriere poste lungo il percorso del tank sino al cortile della banca. Potrà anche costruire le due barriere poste lungo il percorso che farà il camion truck che trasporterà l'oro sottratto dagli Alleati e potrà danneggiare ripetutamente il camion per rallentarlo. Si tratta di una mappa ben bilanciata, dove gli attaccanti hanno la possibilità di avanzare gradatamente verso l'obiettivo, anche se i punti più difficili sono la riparazione iniziale del tank e il farlo iniziare a muovere e, naturalmente, andare a prendere le due casse d'oro dall'interno della banca.

Il primo obiettivo farà in modo che gli Alleati prendano possesso dello spawn point originario dell'Asse presso il cortile dov'è posizionato il tank alla partenza, mentre l'Asse da quel momento inizierà da un cortile adiacente alla banca, quindi piuttosto da lontano per impedire seriamente agli Alleati di progredire col movimento del tank. Una volta che il tank abbia raggiunto il cortile della banca ed aperto le porte della stessa, esso non è più granché utile agli Alleati, ma neanche all'Asse, e viene solitamente trascurato per concentrare l'attenzione sul camion e sull'oro.

La sottrazione delle due casse d'oro richiede un vero blitz da parte degli Alleati, con ampio utilizzo di copertura di attacchi aerei, perché in genere la stanza in cui è posto è fortemente presidiata dalle forze dell'Asse.

Le casse possono essere prese e trasportate sul camion, dove restano fisse e non più recuperabili dall'Asse. Il camion deve quindi essere riparato e mosso dagli Alleati per uscire dal complesso nemico. Würzburg Radar è una missione in cui gli Alleati devono disabilitare due postazioni radar dell'Asse, sottraendo le componenti dei radar poste presso le due antenne paraboliche.

Si tratta di una missione tatticamente simile a Gold Rush, infatti le due componenti dei radar vanno sottratte con un blitz e portate sul camion truck parcheggiato nei pressi del forward bunker, ma questa volta la missione si completa quando le due componenti sono assicurate sul camion e senza che questo debba essere mosso.

All'inizio gli Alleati partono da un edificio posto ai margini della mappa e nelle vicinanze del "forward bunker" da cui inizia l'Asse.

Il primo obiettivo degli Alleati è conquistare appunto il forward bunker, ma per farlo in modo definitivo devono minare e distruggere il portone principale di ingresso al complesso dei Radar main entrance. Pur concentrandosi nell'assalto al forward bunker, è un'ottima strategia per gli Alleati non trascurare sin dall'inizio l'opportunità di aggirare le difese avversarie, andando a minare l'entrata laterale al complesso radar side entrance e quindi aprirsi una via di penetrazione alternativa verso l'obiettivo, anche quando la conquista del bunker non sia stata completata.

L'apertura dell'entrata laterale è comunque fondamentale per il raggiungimento degli obiettivi, in quanto consente agli Alleati di costruire un command post e quindi avere maggiore velocità di rientro respawn e uno spawn point più vicino alla base dei radar, da cui infiltrarsi. Ad un certo punto dell'attacco, quindi, gli Alleati avranno due vie di penetrazione diretta, quella dall'entrata principale e quella dal retro, verso le componenti Est e Ovest dei Radar.

Da entrambe le vie troveranno una forte opposizione dell'Asse, che provvederà a contrattaccare. Verso l'entrata principale l'Asse contrattaccherà usando una torretta di mitragliatrice, un ponte in legno posto in posizione dominante di fronte all'entrata e tutto il corridoio laterale rispetto alla main entrance che fornisce loro una posizione di copertura da cui prendere di mira i nemici che cercheranno di penetrare nel complesso.

Dall'entrata laterale, l'Asse dovrà cercare di sottrarre il command post agli Alleati e di tenere l'entrata laterale stessa, per impedire la penetrazione verso i radar. L'Asse farà anche uso di campi minati landmines attorno alle due postazioni radar e sul percorso che porta ad essi, in modo da sorprendere i nemici che riuscissero a infiltrarsi. La prima motrice compie un percorso dalla base dell'Asse sino alla zona di deposito depot per caricare le munizioni e quindi tornare alla base dell'Asse.

La seconda motrice, dopo aver ricevuto le munizioni dalla prima attraverso una gru in modo automatico , compie un breve percorso sino al cannone.

Le motrici si muovono quando un giocatore entra nella cabina di comando. La motrice attiva si muoverà avanti o indietro a seconda che a farlo sia un giocatore dell'Asse o degli Alleati. Inoltre, nel suo percorso la motrice deve superare un passaggio a livello track switch posto proprio nelle vicinanze dello spawn point Alleato, per questo occorre sollevare la relativa sbarra, altrimenti la motrice si bloccherà in quel punto, quindi abbassarla per impedire che venga fatta tornare subito indietro dai nemici.

Anche la conquista del deposito munizioni depot yard è sempre contesa tra i due team, in quanto essa rappresenta uno spawn point di estrema importanza per il controllo del gioco. L'Asse lo userà per avere un accesso immediato alla zona del passaggio a livello, mentre gli Alleati come punto di partenza per pressare da vicino la zona di partenza dell'Asse.

La maggiore pressione dei combattimenti si ha solitamente attorno al passaggio a livello track switch posto tra la zona di inizio degli Alleati, la fortificazione antistante che comprende un command post e una postazione di mitragliatrice e il deposito stesso.

Dal momento in cui la prima motrice abbia caricato le munizioni e sia tornata alla base dell'Asse, parte in automatico l'attivazione della gru che carica le munizioni sulla seconda motrice, che diventa attiva e deve essere portata dall'Asse sino al Rail Gun. Questa mappa è molto varia ed impegnativa per gli attaccanti, perché il percorso delle motrici è piuttosto lungo e irto di ostacoli, oltre al fatto che nella fase finale il controllo di fuoco del cannone deve essere mantenuto attivo. Esistono numerosi obiettivi intermedi per ambo le parti e numerose postazioni strategiche da occupare, quali ad esempio la torre posta di fronte al cannone al centro tra le due linee ferroviarie, la sommità del cannone stesso e le zone presso il controllo di fuoco, il ponte posto di fronte al deposito munizioni, la zona sotterranea con relativo command post di fronte alla track switch.

Fuel Dump è una missione in cui l'obiettivo finale degli Alleati è far saltare un deposito di carburante fuel dell'Asse. Il raggiungimento dell'obiettivo passa attraverso un lungo percorso nel quale occorre scortare un tank attraverso un ponte sul fiume, poi dentro una galleria e quindi all'aperto sino alle mura della fortificazione posta a protezione del deposito, in modo che il tank possa aprire un varco e consentire ad un Engineer alleato di penetrare e posizionare la dinamite.

Nella prima parte della missione gli Alleati hanno subito a disposizione il tank, ma devono costruire e fortificare il ponte su cui deve passare il tank sotto il fuoco dell'Asse, che ha il vantaggio di partire da un terreno in posizione soprelevata e quindi dominante.

In effetti gli Alleati rischiano di rimanere bloccati col tank che non riesce ad attraversare il fiume. L'accesso al deposito è comunque impedito perché la porta è bloccata, a meno che un alleato Covert Ops non abbia preso un'uniforme nemica e riesca ad aprire la porta di accesso al deposito, consentendo ad un Engineer di entrare e minare il deposito.

È questa la tattica alleata più rapida, ma anche meno probabile se l'Asse avrà l'attenzione di presidiare il tunnel laterale e anche di costruire per tempo le protezioni al deposito.

In ogni caso, si tratta di un'azione che vale la pena tentare sempre, perché quanto meno anche un solo Covert Ops isolato che penetri sino al deposito, facendo saltare con la sacca esplosiva le protezioni ma non potrà far saltare il deposito, qui serve solo la dinamite , attirerà un gran numero di difensori verso il deposito stesso, creando un diversivo che agevolerà molto il compito della squadra principale di far avanzare il tank oltre il fiume.

È strategico per gli Alleati riuscire a costruire il ponte pedonale laterale, perché in tal modo costringeranno i nemici a difendersi anche sul fianco sinistro, dando maggiori possibilità alla costruzione del ponte ed all'avanzamento del tank.

Una volta che il tank abbia attraversato il fiume, deve giungere sino a posizionarsi di fronte al portone della galleria e farlo saltare. Da quel momento le forze dell'Asse verranno respinte allo spawn point interno al deposito di carburante, mentre gli alleati conquisteranno lo spawn point interno alla galleria. Risulterà agevole per loro far avanzare il tank entro la galleria e sino a uscire all'aperto nelle vicinanze del deposito obiettivo della missione.

A questo punto gli Alleati devono continuare a spingere il tank nel suo percorso davanti alle mura del deposito, quando esso aprirà un primo varco presso il portone principale del deposito, sul fianco destro del nemico, e successivamente un secondo varco nelle mura sul fianco sinistro. Durante questa fase gli Alleati controllano agevolmente tutta la parte di terreno posta di fronte alla fortificazione dell'Asse che protegge il deposito, ma sono esposti al fuoco nemico dalla fortificazione stessa ed ai contrattacchi nemici portati presso le due vie di uscita degli Alleati dalla galleria verso il deposito.

Gli Alleati devono costruire un command post all'interno di un capannone posto lungo il loro percorso di avvicinamento al varco sinistro, oltre a una postazione di mitragliatrice che guarda al portone principale. Per compiere la missione è ora fondamentale per gli Alleati riuscire a infiltrare un Engineer per minare le protezioni al deposito e quindi il deposito di carburante stesso. In alternativa all'attacco in forze, portato sulla destra e sulla sinistra del deposito, gli Alleati possono tentare di giungere sul tetto dell'edificio prospiciente il deposito, per poi saltare all'interno e porre la dinamite, ma per riuscirvi occorre che un Covert Ops con uniforme dell'Asse apra la porta che dà accesso alla scala che porta sul tetto.

Alcuni giocatori in coppia riescono ad effettuare un salto tale da scavalcare il bunker, perché uno resterà fermo mentre l'altro salta appoggiandosi sulla sua testa, ma è una manovra piuttosto rara e difficile. Esiste un gran numero di mappe custom realizzate dalla comunità di appassionati del gioco.

Queste sono file con estensione.

Alcune di esse sono una conversione di mappe del gioco originario della serie RTCW. Le mappe custom più diffuse adottate da numerosi server sono:.

Caen è una mappa in cui l'attacco è portato dalle forze dell'Asse, con l'obiettivo di sottrarre agli Alleati dei documenti segreti custoditi in un edificio al di là di un fiume. Il raggiungimento dell'obiettivo richiede anzitutto la conquista di una postazione nella città, che è lo spawning point iniziale Alleato, nei pressi della quale si trova un tank.

Quindi occorre riparare e scortare il tank attraverso un ponte sul fiume, sino alle mura dell'edificio in cui sono custoditi i documenti da sottrarre. Nella prima parte della missione le forze dell'Asse devono quindi spodestare gli Alleati dalla città. Per ottenere quest'obiettivo devono arrivare a riparare il tank, per rendere la conquista definitiva e respingere gli Alleati allo spawning point oltre il fiume. In questo è importante riuscire a minare con la dinamite un cancello che fornisce un accesso laterale alla zona dov'è posizionato il tank, ma l'intero percorso è generalmente ben difeso degli Alleati.

Wolfenstein: Enemy Territory è un gioco multiplayer completo, previsto prima per la vendita, poi distribuito gratuitamente su Internet, grazie a Activision. Non necessita la presenza di Return to Castle Wolfenstein installato e non deve essere installato nella stessa directory consideratelo una sorta di regalo di Splash Damage e id Software.

Permette di giocare in LAN e online fino a 64 persone contemporaneamente e contiene sei mappe multiplayer, cinque classi, una modalità originale Last Man Standing e un inedito sistema di campagne. Wolfenstein: Enemy Territory pesa ben Connettiti con Facebook.

Wolfenstein Enemy territory

Connettiti con Google. Password dimenticata? Re-invia email attivazione. Abbiamo aggiornato la normativa sulla privacy. Devi accettarla per andare avanti.